Non citate Oscar Wilde

Da solo, forse, ciascuno di loro avrebbe esplorato la città con piacere, seguendo i propri capricci, libero da mete e quindi contento e quindi contento e ignaro di essersi perduto. C’era molto su cui fantasticare qui, bastava essere attenti e pronti. ma ciascuno conosceva l’altro almeno quanto se stesso, e la loro intimità, un pò come un bagaglio eccessivo, era qualcosa di cui preoccuparsi costantemente; insieme si muovevano lenti, goffi, mettendo in pratica lugubri compromessi, facendo attenzione ai più delicati mutamenti di umore, sanando fratture.

Tratto da “Cortesie per gli ospiti” di Ian McEwan

cittadimare2

Annunci

Commenta senza citare Oscar Wilde

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...