Cosa leggeremo alla cena letteraria di Luglio?

Booklovers Adorati,

come ogni anno, abbiamo il desiderio di chiudere i nostri incontri con una bella cena estiva che si terrà il 17 luglio. Saremo ospiti di coloro che ormai per noi sono una garanzia: L’Osteria la Voliera. 

Ad accompagnare la nostra cena ci sarà la chiacchierata su un grande classico della letteratura: Le affinità elettive di Johann W. Goethe.

Vi ricordiamo che la cena a letterari è a numero chiuso (max 10 persone) e necessita di prenotazione obbligatoria. Troverete presto ogni informazione sulla nostra pagina Facebook.

A breve troverete anche l’evento sulla nostra pagina Facebook Lasciate stare Oscar Wilde

Annunci

A giugno parleremo di…

Booklovers Adorati,

grazie alla vostra votazione a giugno leggeremo “Camminare” di Thomas Bernhard edito da Adelphi

Ci vedremo Martedì 19 Giugno al  Panificio Davide Longoni in Via Tiraboschi, 19 a Milano dale ore 19.00 in poi.

A breve troverete anche l’evento sulla nostra pagina Facebook Lasciate stare Oscar Wilde

 

camminare

Camminare di Thomas Bernhard

La libertà di cercare la propria voce

Cari Booklovers,

come già vi avevamo anticipato, quest’anno abbiamo pensato ad una serie di incontri i cui libri protagonisti provengono da una casa editrice da noi molto amata: NN editore.

Abbiamo inaugurato con Kent Haruf e sua splendida trilogia, oggi invece vi vorremmo proporre un tema che abbiamo preso dal loro catalogo scomposto: La libertà di cercare la propria voce.

NN Editore, infatti, all’interno di questo argomento, propone 3 titoli che voi potrete scegliere. Il giorno dell’evento, ognuno di noi racconterà il proprio libro e di come il tema sia stato sviluppato, confrontandoci non tanto sull’autore, ma su come La Libertà di cercare la propria voce sia presente fra le parole dello scrittore del libro scelto.

Sarete liberi di leggere un solo titolo, o più di uno, a voi la scelta:

 

  1. CRISTINA HENRÍQUEZ
    Anche noi l’America

anche noi l'americaSiamo tutti stranieri, anche a noi stessi. Come riusciamo a trovare
il nostro spazio, il nostro tempo, ma soprattutto la nostra voce?
Maribel Rivera è una ragazzina bella e felice, fino all’incidente che le cambia la
vita. I genitori, Arturo e Alma, decidono di lasciare il Messico e trasferirsi negli
Usa per garantirle la migliore assistenza. E un futuro. Mayor Toro vive nella casa
accanto, la sua famiglia è arrivata dal Panama quindici anni prima. Sensibile e
gentile, sarà il solo a entrare davvero in sintonia con Maribel.
“Quello che non capivo, quello che avevo capito adesso, all’improvviso,
era che se smettevo di andare indietro, di cercare di recuperare il
passato, forse c’era un futuro che mi aspettava, che ci aspettava, un
futuro che si sarebbe svelato se solo mi fossi voltata a guardarlo”.

2) JENNY OFFILL
Le cose che restano
le cose che restanoLa verità si costruisce nei rapporti d’amore, in primo luogo con i
genitori. Come possiamo far convivere la verità raccontata con
quella che sperimentiamo sulla nostra pelle?
La madre di Grace racconta leggende africane e scrive la storia dell’universo. Il
padre crede nella scienza e le costruisce una casa di bambole. Grace ha otto anni
e la sua vita è un labirinto da cui si diramano sentieri per altri mondi fatti di fiabe
e numeri, assurdità e meraviglie. Ma a poco a poco la sua famiglia si disgrega, e
lei deve mettersi in viaggio per riuscire a scegliere tra i propri genitori vulnerabili.
“Il cuore di un passero batte quattrocentosessanta volte  al minuto. Quello di un uomo solo sessantotto. Ma qualche volta, di notte, il mio
cuore batteva forte quasi come quello del passero. Questo succedeva
quando il buio si infilava nel mio letto e mi si avvolgeva intorno ai
piedi, toccandomi con un suono basso, quasi un fruscio”.

3) TRISTAN GARCIA
Faber
faberLe illusioni dell’adolescenza si scontrano con la realtà della vita
adulta? Come possiamo liberarci degli idoli senza odiarli?
Faber è bellissimo, eccezionale. Rifiuta i limiti, promette una vita diversa e al
liceo ha guidato una rivolta contro ogni conformismo. Anni dopo, Madeleine e
Basile, un tempo i suoi amici e seguaci più fedeli, ricevono una richiesta d’aiuto
in codice. E decidono di ritrovare l’amico di un tempo per riportarlo a casa.
Ma Faber si è ormai trasformato in una sorta di oscura leggenda e i suoi due
amici si ritrovano in bilico tra fascinazione e paura.
“Se non l’avessi conosciuto, non avrei nemmeno immaginato di poter
incontrare qualcuno come lui: sarei stato ignaro e ignaro di esserlo.
Felice, forse. Ma ora che l’avevo conosciuto, non era più possibile
per me immaginare come sarei potuto essere senza di lui. Migliore,
peggiore, non so”.

Ci vediamo lunedì 26 Marzo alla Librosteria dalle 19.00in poi!

Aperitivo letterario con autore: Francesco Gungui

Cari Booklovers,

l’anno scolastico 2017/2018 è caratterizzato da incontri un po’ insoliti rispetto agli anni precedenti. Non potevamo cominciare il nuovo anno con un gruppo speciale, in compagnia di Francesco Gungui e il suo ultimo libro “Tutto il tempo che vuoi”, edito da GiuntiEbbene, Francesco si presterà a partecipare al nostro classico gruppo di lettura, in cui ci si confronterà, come sempre, scambiandoci opinioni sul suo libro. Alla fine dell’incontro avremo l’opportunità di parlare con lui, conoscerlo meglio e farci raccontare come si vive scrivendo libri. In realtà, scoprirete che sa fare un sacco di altre cose, in primis, è un ottimo cuoco!

L’incontro si svolgerà lunedì 22 Gennaio dalle ore 19.00 all’Architorta – Via Redi ang. Via Jan a Milano. Non ci resta che correre in libreria a prendere il libro che vi terrà compagnia durante queste vacanze natalizie!

tutto il tempo che vuoi

Tutto il tempo che vuoi di Francesco Gungui