Ci vediamo a Settembre con…

Booklovers del cuore,

è stato un anno ricco di cambiamenti importanti per me e per il nostro gruppo, dai quali ho deciso di prendere solo le energie positive, la voglia di continuare con voi questo percorso letterario che ha creato legami importanti e vere e proprie amicizie. Inoltre, è arrivato il momento per rendere voi lettori più partecipi agli incontri di lettura, soprattutto nella scelta dei libri che saranno oggetto di discussione durante l’anno “scolastico” 2019/20.

Inizieremo insieme il sesto anno di Lasciate stare Oscar Wilde con alcune novità, già sperimentate nel corso degli ultimo incontri.

  • La scelta del libro: come sempre i libri in ballottaggio saranno due, ma il secondo sarà selezionato da uno di voi, rispettando come unica regola la scelta del tema del mese.
  • Votazione del libro: il libro continuerà ad essere votato attraverso il sondaggio sul blog (e condiviso sui relativi social). Se la percentuale di voti del libro sarà netta, procederemo alla proclamazione del vincitore, se dovesse essere vicino al 50%, avverrà una seconda votazione durante l’incontro precedente, attraverso una votazione segreta, fra i partecipanti.
  • Tema del libro: questa non è una vera e propria novità perché è già stata utilizzata l’anno scorso con grande successo. Il prossimo anno i temi saranno i più disparati, ma sempre selezionati pensando alla volontà di creare una bella discussione.

Chi è venuto alla cena letteraria o all’ultimo incontro classico sa già cosa (o chi) ci aspetterà a settembre. Infatti, ci vedremo lunedì 23 settembre per parlare di Fedeltà di Marco Missiroli – edito da Einaudi

Settembre è il mese dei nuovi inizi, per tanto ho pensato di cominciare col botto con un libro che ha diviso: c’è chi lo ha amato alla follia e chi invece l’ha trovato imparagonabile alla sua precedente opera. VEDREMO.

Ma soprattutto, un GRAZIE infinito per la vostra energia contagiosa, per le serate in cui ci siamo fermati a chiaccherare fino a mezzanotte, per lo stimolo che mi date a fare sempre meglio e per la condivisione della lettura.

Occhio che arrivano i miei consigli di lettura per le vacanze…

Annunci

A cena con Salinger

Booklovers adorati,

Come ogni anno ci salutiamo con la cena letteraria dedicata ad un classico della letteratura. Ho pensato di proporre “Il giovane Holden” di J.D. Salinger – un libro che ha stravolto la letteratura contemporanea – influenzando lo stile del Novecento.

L’autore deve la sua celebrità al romanzo, e il protagonista, Holden Caulfield, divenne il prototipo dell’adolescente ribelle e confuso in cerca della verità e dell’innocenza al di fuori dell’artificiale mondo degli adulti.

Ci vedremo lunedì 15 Luglio ore 21.00 all ‘Osteria La Voliera – Via Crema 17 a Milano.

A breve troverete l’evento sulla pagina Facebook Lasciate stare Oscar Wilde, e mi raccomando di prenotarvi in fretta perché i posti sono limitati.

Il libro di cui parleremo a Giugno 2019

Booklovers adorati,

sono ancora in piena adrenalina dall’incontro di ieri dedicato a Lux di Eleonora Marangoni, ma è giunto il momento per dirvi chi ha vinto il sondaggio per il libro di cui parleremo a Giugno. Anche quest’anno scolastico sta finendo e non mi sembra ancora vero siano passati 5 anni e che il prossimo sia il sesto anno di letture e incontri.

E’ tempo di andare in biblioteca, negozio, baracchino dell’usato e appropriarvi de

Il Disprezzo di Alberto Moravia 

Trama

Il disprezzoRiccardo Molteni è un giovane scrittore sposato con Emilia. Quando per accontentare la moglie decide di comprare casa, si vede costretto ad accettare il lavoro di sceneggiatore. Battista, produttore cinematografico di successo, lo assume per una prima sceneggiatura, per poi affidargli una sceneggiatura più importante, relativa a un progetto di film sull’Odissea. Pur essendo fedele ad Emilia, si accorge che lei invece si sta raffreddando nei suoi confronti, finché lei infine ammette di disprezzarlo.

Quando con Emilia viene invitato a Capri alla villa di Battista per lavorare sulla sceneggiatura con il regista tedesco Rheingold, Riccardo vede Battista baciare Emilia. Ciò lo spinge a decidere di abbandonare il progetto di lavoro e fare ritorno a Roma. Il mattino, al risveglio, trova un messaggio da parte della moglie che lo avverte che lei è già partita con Battista. Mentre Riccardo passa il resto della giornata a Capri, i due fuggitivi hanno un incidente d’auto nel quale Emilia perde la vita.

Ci vedremo per l’ultimo incontro 2018/19 martedì 25 Maggio alle ore 19.00 in luogo ancora da definire. A seguire, luglio sarà caratterizzato dalla solita cena letteraria dedicata ad un classico della letteratura per salutarci prima della pausa estiva.

Votate il libro di Giugno 2019

Booklovers del cuore,

siamo arrivati alla fine di quest’anno scolastico 2018/19 in cui vi chiedo l’ultimo sforzo di partecipazione alla democrazia di Lasciate stare Oscar Wilde. Come già anticipato sulla pagina Facebook, sono rimasta l’unica  a gestire il gruppo di lettura, per tanto ho pensato che fosse giusto e stimolante coinvolgere di volta in volta uno di voi nella scelta del tema e di uno dei due libri da proporre al ballottaggio. Il fortunato del mese di Maggio è Andrea (di cui però non vi svelerò la proposta che rimarrà anonima). L’incontro di giugno si terrà martedì 25 alle ore 19.00 in luogo ancora da destinarsi.

Come ogni mese dovrete scegliere fra due libri, il cui tema immagino ci farà parlare moltissimo:  “FEDELTA’ CONIUGALE – possibilità o illusione? Qui di seguito i titoli proposti e in fondo il SONDAGGIO. 

VOTATE BENE e ricordatevi che potete venire all’incontro Letti oppure NO.

Il Disprezzo di Alberto Moravia edito da Bompiani

Riccardo Molteni è un giovane scrittore sposato con Emilia. Quando per accontentare la moglie decide di comprare casa, si vede costretto ad accettare il lavoro di sceneggiatore. Battista, produttore cinematografico di successo, lo assume per una prima sceneggiatura, per poi affidargli una sceneggiatura più importante, relativa a un progetto di film sull’Odissea. Pur essendo fedele ad Emilia, si accorge che lei invece si sta raffreddando nei suoi confronti, finché lei infine ammette di disprezzarlo.

Quando con Emilia viene invitato a Capri alla villa di Battista per lavorare sulla sceneggiatura con il regista tedesco Rheingold, Riccardo vede Battista baciare Emilia. Ciò lo spinge a decidere di abbandonare il progetto di lavoro e fare ritorno a Roma. Il mattino, al risveglio, trova un messaggio da parte della moglie che lo avverte che lei è già partita con Battista. Mentre Riccardo passa il resto della giornata a Capri, i due fuggitivi hanno un incidente d’auto nel quale Emilia perde la vita.

Parlarne tra amici di Sally Rooney edito da Einaudi

Frances è troppo intelligente per innamorarsi di un uomo sposato. Ha ventun anni e ha costruito un muro fatto di intelligenza, autocontrollo e freddezza per arginare il mare delle sue insicurezze. L’insicurezza per un corpo che non le piace e che è pronta a ferire pur di metterlo a tacere; l’insicurezza per una famiglia troppo povera e ignorante per il mondo in cui la figlia ha deciso di vivere; l’insicurezza per la sua stessa intelligenza che per quanto brillante, seducente e incline al sarcasmo, non lo sarà mai come quella di Bobbi. Ecco, Bobbi: la sua amica, compagna di studi e di passioni (insieme scrivono e recitano poesie in una Dublino mai così bohémienne e sensuale), e suo primo amore. Anche adesso, quando dopo essere state amanti imparano a essere amiche, Bobbi agli occhi di Frances sembra sempre la versione migliore di lei: più bella, più cool, più trasgressiva, più impegnata, più lesbica, più ricca. Eppure, quando le due ragazze conoscono una coppia sposata più grande di loro, sarà su Frances e non su Bobbi che poserà gli occhi Nick – un attore in crisi ma decisamente bello. E Melissa, la moglie di Nick, cosa ci trova in Bobbi? E più attratta dal suo esibito disprezzo per i borghesi (come Melissa stessa) o dalla sua distratta e selvaggia sensualità? Man mano che i legami si intrecciano e le relazioni si saldano, dal vivo o online, i quattro protagonisti di questa storia discutono insieme di sesso e amicizia, di arte e letteratura, di politica e genere, e ovviamente di loro stessi. Ma il centro di tutto è lei, Frances: il suo acume e la sua ingenuità, il suo desiderio, le sue debolezze, il suo amore ne fanno un personaggio femminile autentico, il ritratto struggente, malinconico, profondissimo di una generazione e il simbolo di questi tempi inquieti.