NON CITATE OSCAR WILDE

Si possono immaginare le cose più spiacevoli e immaginarle con la sicurezza che sono vere. Ma la conferma di queste supposizioni o meglio di queste certezze giungerà sempre inattesa e dolorosa, come se non si avesse immaginato nulla.

Tratta da Il disprezzo di Alberto Moravia

Annunci

NON CITATE OSCAR WILDE

Guardò fuori dalla finestra; l’unica cosa che avrebbe voluto portarsi via da quel posto era la luce: quella immacolata del mattino e quella arrogante del mezzogiorno, le fitte ombre del giardino e i riflessi salmastri della tappezzeria in salotto

Tratto da Lux di Eleonora Marangoni edito da Neri Pozza

Non citate Oscar Wilde

La vegetazione in quella parte dell’isola era talmente fitta che non si accorsero di essere vicini alla meta, e l’hotel Zelda apparve all’improvviso, alla fine di una curva un po’ stretta. Dire che era circondato da un giardino sarebbe stato inesatto: per poco non ne era inghiottito, e sembrava che da quelle parti l’uomo fosse stato costretto a stringere con la natura un patto di non belligeranza.

Tratto da Lux di Eleonora Marangoni