Votiamo il libro di giugno ’22

Booklovers adorati,

ti distrai un attimo e ti ritrovi a scegliere l’ultimo libro di quest’anno scolastico! Ovviamente ci sarà “il classico” di Luglio, ma il gruppo di lettura tradizionale tornerà solo a settembre.

Questo mese ho scelto da sola il tema e i due libri relativi, spero vi piacciano e di aver scelto degnamente.

Per giugno ho pensato ai treni, di cui subisco il fascino da sempre: pensare che per un periodo di tempo dei perfetti sconosciuti condividano spazio e storie… mi piace guardare i passeggeri e immaginare la loro storia, i loro bagagli, la loro direzione.

Il treno scivola senza mormorio, ogni carrozza è un salotto in cui si parla sottovoce.(Paul Verlaine)

Le date previste per gli incontri sono le seguenti:

Lunedi 20 giugno incontro al parco

Martedì 21 Giugno via zoom

TROVATE IL MODULO PER VOTARE IN FONDO ALL’ARTICOLO

Il treno di Georges Simenon edito da Adelphi

Maggio 1940. Le truppe della Wehrmacht dilagano in Belgio e minacciano i confini della Francia. Dalle Ardenne sciami di profughi lasciano le loro case prendendo d’assalto i pochi treni disponibili. Nel carro bestiame di un convoglio che procede lentissimo verso La Rochelle, un uomo mediocre, miope e di salute cagionevole, un uomo con una piccola vita mediocre e mediocremente serena, incontrerà una donna di cui non saprà altro, nelle poche settimane che passeranno insieme, se non che è una cèca di origine ebrea, e che è stata in prigione a Namur. Fra loro, all’inizio del viaggio che li porterà fino alla Rochelle, non ci sono che sguardi, ma un po’ alla volta, senza che nulla sia stato detto, le due solitarie creature diventano inseparabili; finché, durante la prima notte che passano l’una accanto all’altro sulla paglia per terra, confusi fra altri corpi sconosciuti, accadrà qualcosa di inimmaginabile. Sarà l’inizio di una passione amorosa che li isolerà da tutto ciò che accade intorno a loro (l’occupazione tedesca, i convogli di sfollati, il tendone da circo che li ospita insieme ad altre decine di profughi), chiudendoli in un bozzolo fatto di desiderio, di gioco e di una scandalosa, disperata, effimera felicità.

Scompartimento n 6 di Rosa Liksom edito da Iperborea

«Per riuscire ad amare è necessario riconoscersi simili? È possibile provare desiderio per qualcuno che si disprezza? Gli spazi angusti favoriscono l’attrazione o la demoliscono? Nel suo romanzo, Rosa Liksom indaga il legame ambiguo fra attrazione e logoramento degli spazi personali.» – Sofia Torre per La Tascalbile
Mosca, anni ’80, sul leggendario treno della Transiberiana diretto a Ulan Bator, due estranei si trovano a condividere lo scompartimento: una taciturna studentessa finlandese e un violento proletario russo dall’inesauribile sete di vodka. Nell’intimità forzata del piccolo spazio la tensione sale. Lui è uno sciovinista, misogino, avvezzo al carcere, ma con l’irriducibile passione per la vita. Lei è tormentata dai ricordi del suo ragazzo moscovita che si è finto pazzo per non combattere in Afghanistan ed è impazzito nel manicomio dove l’hanno rinchiuso, lasciandola piena di domande nella terra che l’ha sedotta. È l’anima di questa terra a pulsare nelle sconfinate distese che il treno attraversa, nel mosaico di identità e popoli di una Siberia in cui tutto è estremo. Con un realismo crudo che trasuda poesia, Rosa Liksom racconta l’incontro tra due destini ma soprattutto il viaggio attraverso la fine di un impero che sembra sciogliersi in fanghiglia, nel cuore di un popolo disilluso e fiero, che vive nella perenne nostalgia del passato e del futuro, nell’eterno sogno cechoviano “A Mosca! A Mosca!”.

Le novità di settembre 2021

Booklovers adorati,

prima della pausa estiva vorrei ricordarvi cosa accadrà a settembre 2021.

Innanzitutto, comincerà il nostro nono anno… 9 anni di gruppo di lettura, mi sembra una cosa incredibile. Non solo siamo sopravvissuti a questi due anni surreali, ma siamo addirittura cresciuti grazie all’opportunità che ci ha dato il web di incontrarci da tutte le parti d’Italia.

Bando alle ciance: ecco il recap di tutti gli appuntamenti per il nuovo anno scolastico.

1) Incontro tradizionale con Un amore di Dino Buzzati previsto per il 13 e 14 settembre (le date per iscriversi sono già disponibili su Eventbrite)

2) Ricominciano gli incontri dedicati a Harry Potter, in particolare riprendiamo dal quinto libro Harry Potter e l’Ordine della Fenice (intorno alla fine di settembre – date da definire)

3) Da un’idea di MariaChiara, a Gennaio leggeremo Una vita come tante, romanzo di Hanya Yanagihara. Un libro che in questi anni ha fatto molto parlare di se, non solo perché ha 1100 pagine ma perché pare sia un capolavoro. E noi lo scopriremo dandoci un po’ di vantaggio vista la mole di lettura.

Non mi resta che salutarvi e augurarvi buona estate, sperando di ritrovarvi a settembre per continuare il nostro viaggio fra libri, emozioni, confronti che ci hanno unito in tutti questi anni grazie alla comune passione per la lettura.

W NOI!

Baci

Chiara

Il libro di Maggio

Booklovers digitali,

Per pochissimi voti di scarto il libro che ha vinto il ballottaggio è Cuccette per signora di Anita Nair. Il tema è l’amicizia e la complicità fra donne, e a questo punto sono davvero curiosa di vedere come verrà sviluppato in questo libro che volevo leggere da sempre. Ringrazio Silvia per avermi aiutata nella scelta del libro e tema del mese, sei sempre preziosa. Ci vediamo su Zoom il 4 Maggio verso le 19.30!