Lo Splendore di Margaret Mazzantini

Margaret-MazzantiniScrittrice, drammaturga e attrice italiana.
Figlia dello scrittore Carlo Mazzantini e di una nota pittrice irlandese, si diploma presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica all’inizio degli anni anni Ottanta.
Successivamente si esibisce come attrice di teatro, cinema e televisione ma è conosciuta soprattutto come scrittrice; ha infatti esordito in letteratura con Il catino di zinco (Marsilio Editori, 1994), vincitore del Premio Campiello e del premio Opera Prima Rapallo-Carige. Con Non ti muovere (Mondadori 2002) ha vinto il premio Strega. Nel 2008 la Mazzantini è ritornata nelle librerie con il romanzo Venuto al mondo. Del 2011 è Nessuno si salva da solo (Mondadori). Del 2011 è Mare al mattino (Einaudi); del 2013 è un altro romanzo edito da Mondadori: Splendore.

NON CITATE OSCAR WILDE

E lui legge per loro, come ogni sera, come se le annaffiasse, come se smuovesse la terra intorno ai loro piedi. Ci sono storie che non ha mai sentito, e le altre che conosce dall’infanzia, quei passaggi obbligati per tutti. Qual è il vero significato di queste storie, si domanda, che parlano di creature che non esistono più neppure nell’immaginazione: principi, tagliaboschi, onesti pescatori che vivono in una capsula. Vuole che le sue bambine abbiano una vita antica e una vita moderna, una vita che sia indivisibile da tutte le vite passate, che da essa cresca, la superi, e un’altra che sia originale, pura e libera, che sia al di là del pregiudizio che ci protegge, della consuetudine che ci plasma. Vuole che conoscano sia la degradazione  sia la santità, l’una senza umiliazione, l’altra senza ignoranza. Le sta preparando per questo viaggio.

Tratto da “Una perfetta felicità” di James Salter

image

“Una piccola libreria a Parigi” di Nina George

Il libro di cui parleremo nel nostro primo incontro il 13 Ottobre  presso la Libreria del Mondo Offeso è stato scelto DEMOCRATICAMENTE da Chiara e Nastasia. Vorrei tranquillizzarvi che per le prossime volte verrete certamente coinvolti.

VENITE GIA’ LETTI


Monsieur Jean Perdu ha cinquant’anni e possiede una libreria galleggiante ormeggiata sulla Senna. Ma la sua non è una semplice libreria, ma una FARMACIA LETTERARIA: per lui ogni libro è una medicina per l’anima, per lo più omeopatica, dedicandosi a quegli stati d’animo che non hanno lo status di malattia e che i dottori non degnano di attenzione.
Da ventun anni vive nel ricordo della sua amata ***, arrivata a Parigi dalla Provenza è sparita improvvisamente lasciando soltanto una lettera che lui non ha mai avuto il coraggio di aprire.
Ora lui vive in un palazzo variopinto, abitato da diversi personaggi: la portinaia che sa tutto di tutti, la pianista che improvvisa concerti al balcone per i suoi vicini, il giovanissimo scrittore di successo in crisi creativa, la bella signora malinconica tradita e abbandonata da un uomo sbagliato.
Per ciascuno di essi, Monsieur Perdu trova la cura in libro: per tutti tranne che per se stesso.
Fino a quando un giorno decide di mettersi in viaggio per cercare l’amore della sua vita. Verso la Provenza e una nuova felicità.

Una delicata storia d’amore raccontata da un affascinante libraio francese.
Un inno alla lettura: che non è un hobby solitario, bensì la più bella delle attività sociali. Quante conversazioni sono iniziate con “Che cosa stai leggendo?Una piccola libreria a Parigi