NON CITATE OSCAR WILDE

Seguire i suoi pensieri era come seguire una voce che parla troppo in fretta per riuscire a prendere nota di quanto dice; e tale voce era la sua stessa voce, che diceva, senza bisogno di suggerimenti, cose innegabili, eterne, contraddittorie.”

Annunci

NON CITATE OSCAR WILDE

L’aspetto individuale, ciò che ci rende riconoscibili, in verità è un fatto puerile. Al di sotto, tutto è buio, deformato, insondabilmente profondo; ogni tanto riaffioriamo in superficie, e così veniamo riconosciuti.

Tratto da Gita al faro di Virginia Woolf

NON CITATE OSCAR WILDE

«Sì, di certo, se domani farà bel tempo,» disse la signora Ramsay. “Ma bisognerà che ti levi al canto del gallo,” soggiunse.

Queste parole procurarono al suo bambino una gioia immensa, come se la gita dovesse effettuarsi senz’altro, come se il prodigio che a lui sembrava d’aver atteso per anni e anni, fosse ormai, alla distanza d’una notte nel buio e d’una giornata sul mare, quasi a portata di mano. Giacomo Ramsay, all’età di sei anni, apparteneva di già a quella vasta categoria di gente che non può tener distinte le proprie emozioni, ma lascia che i lieti o mesti presagi del futuro annebbino quanto va realmente accadendo.

Tratto da Gita al faro di Virginia Woolf

Tutto il tempo che ci dedicherà Francesco Gungui

Booklovers del cuore,

lunedì 22 Gennaio riprenderanno gli incontri di Lasciate stare Oscar Wilde con un appuntamento speciale. Infatti, sarà con noi Francesco Gungui, autore di Tutto il tempo che vuoi.

Ma conosciamolo meglio.

Francesco Gungui, nato nel 1980, è autore, consulente editoriale e cuoco dilettante. Ha scritto diversi libri per bambini e giovani adulti e ha raggiunto il successo di pubblico grazie ai bestseller “Mi piaci così” (Mondadori 2008) e “Inferno” (Fabbri 2014). Vive a Milano con sua moglie, i suoi figli e molti amici e colleghi che hanno occupato prepotentemente le pagine di questo romanzo.

L’appuntamento è per le 19.00 all’Architorta in Via Redi angolo Via Jan!

Vi aspettiamo letti, oppure no.