Vota il libro di febbraio

Booklovers del cuore

è tempo di votazioni per scegliere il libro di cui parleremo a febbraio. Il tema è stato scelto da Martina ed è il romanzo corale, un romanzo in cui le parti dei personaggi sono armonicamente fuse tra loro come le varie voci di un coro, senza che nessuno assuma il rilievo di protagonista principale della vicenda.

Qui trovate le due proposte e su Telegram la possibilità di votare!

Il gruppo di lettura si terrà lunedì 27 febbraio via zoom!

[LA VOTAZIONE IN FONDO ALL’ARTICOLO]

Turbolenza di David Szalay

«Szalay è tra i migliori narratori del nuovo secolo, sceneggiatore, capace di distillare intere vite in poche righe»RobinsonSecondo studi recenti, una conseguenza imprevista del riscaldamento globale sarebbero turbolenze molto più frequenti rispetto al passato, e soprattutto imprevedibili. Nel mondo fisico può essere vero oppure no, ma in questo romanzo di David Szalay i dodici personaggi che da un capitolo all’altro si passano il testimone non sanno davvero cosa potrà succedere, fra il terminal delle partenze e quello degli arrivi, né che esito avrà il loro disperato tentativo di fuga. E se i maschi di «Tutto quello che è un uomo» avevano ancora un continente di terra e acqua in cui tentare di mimetizzarsi, sfuggendo alle proprie catastrofi interiori, gli uomini e le donne di «Turbolenza» vivono in aria – come, sempre più spesso, molti di noi. E, come molti di noi, sanno che dall’aria non si può sperare di proteggersi: nell’aria, soprattutto, non si può sperare di nascondersi.

Il condominio di Ballard

Un elegante condominio in una zona residenziale, costruito secondo le più avanzate tecnologie, è in grado di garantire l’isolamento ai suoi residenti ma si dimostrerà incapace di difenderli. Il grattacielo londinese di vetro e cemento, alto quaranta piani e dotato di mille appartamenti, è il teatro della generale ricaduta nella barbarie di un’intera classe sociale emergente. Viene a mancare l’elettricità ed è la fine della civiltà, la metamorfosi da paradiso a inferno, la nascita di clan rivali, il via libera a massacri e violenza. Il condominio, con i piani inferiori destinati alle classi inferiori, e dove via via che si sale in altezza si sale di gerarchia sociale, si trasforma in una prigione per i condomini che, costretti a lottare per sopravvivere, danno libero sfogo a un’incontenibile e primordiale ferocia. “Era trascorso qualche tempo e, seduto sul balcone a mangiare il cane, il dottor Robert Laing rifletteva sui singolari avvenimenti verificatisi in quell’immenso condominio, nei tre mesi precedenti. Ora che tutto era tornato alla normalità, si rendeva conto con sorpresa che non c’era stato un inizio evidente, un momento al di là del quale le loro vite erano entrate in una dimensione chiaramente più sinistra. Con i suoi quaranta piani e le migliaia di appartamenti, il supermarket e le piscine, la banca e la scuola materna – ora in stato di abbandono, per la verità – il grattacielo poteva offrire occasioni di scontro e violenza in abbondanza.”

VOTA QUI

https://t.me/lasciatestareoscarwilde/124

IL PRIMO LIBRO DEL 2023

Booklover adorati,

il 2023 lo inauguriamo con le sorelle Mitford, vincitore del sondaggio appena concluso.

L’appuntamento è per lunedì 30 gennaio 2023 dalle 19.00 in poi su zoom.

ISCRIVITI QUI

L’amore in un clima freddo di Nancy Mitford

Uno scintillante alone di glamour e di gossip ha sempre circondato le sei celeberrime sorelle Mitford, figlie del barone Redesdale – e Nancy, la maggiore in ogni senso, ne ha trasferito sulla pagina riverberi screziati di veleno. Questa micidiale comedy of manners, ambientata fra le due guerre, mette in scena gli impossibili Montdore, di ritorno da cinque anni in India dove il conte, ricchissimo, aristocraticissimo, congenitamente stolido, era Viceré. La consorte, di una prosaicità adamantina, sguazza nell’alta società, e la figlia Polly, la debuttante più concupita dai giovani blasonati che affollano i balli della Stagione, decide per capriccio di farsi impalmare dallo zio, Boy Dougdale, di lei molto più vecchio e da pochi giorni vedovo, maestro nell’arte del ricamo nonché per anni amante della madre. Diseredata ipso facto, si ritira con il marito a vivere «di stenti» in Sicilia. A par­­tire da questo gesto deflagrante, nulla nelle varie magioni avite sarà più come prima; e grazie a una esilarante concatenazione di eventi, narrati con somma ironia da Fanny, la quieta e inesorabile amica d’infanzia di Polly, sopraggiungeranno altri scandali a scuotere il bel mondo. Ma non l’autrice, testimone in vita di svariate nefandezze e bizzarrie – e men che meno il lettore, irretito da tanto candore e cinismo, con punte memorabili di spasso e malizia.

SI VOTA IL LIBRO DI GENNAIO

Booklovers del 2023

SI VOTA📚

Il gruppo di lettura di terra lunedì 30 gennaio via zoom dalle 19.00 in poi!

Come anticipato, dal nuovo anno, le votazioni si faranno solo su Telegram per cercare di rendere il più verosimile al gruppo la scelta del libro! Il 2023 apriamo con un tema che io amo molto: il romanzo familiare: quelli che raccontano storie di intere famiglie e che si svolgono spesso in un arco di tempo lungo in grado di coinvolgere più generazioni.

Due libri, due famiglie molto diverse – una la famiglia Mitford, stravagante e divertente e la famiglia di Natalia Ginsburg 📚

Spero apprezzerete l’idea!

VOTA QUI 📚

https://t.me/lasciatestareoscarwilde/111

La narrativa familiare

Il Natale di Gogol

Booklovers del cuore,

per il libro di Natale non ci sarà alcun sondaggio ma ho affidato questa responsabilità a Elena, una delle lettrici più appassionate del gruppo che ha sempre dimostrato di avere gusti sopraffini.

Il libro scelto è La notte prima di Natale di Nikolaj Gogol’

Il fabbro Vakula è innamorato di Oksana, la ragazza più bella del villaggio di Dikan’ka, ed è determinato a sposarla. Il suo progetto viene però ostacolato dal diavolo in persona, che da tempo medita di vendicarsi di lui e di tutte le «frottole che ha messo in giro sui diavoli»: quatto quatto sale in cielo, ruba la luna e se la infila in tasca, mentre Dikan’ka cade nell’oscurità più nera. «La notte prima di Natale», pubblicato nel 1832 nella raccolta «Le veglie alla fattoria vicino a Dikan’ka» e qui proposto nella traduzione di Paolo Nori, è una prova magistrale dello stile di Gogol’: come lo ha definito Nabokov, «qualcosa di ridicolo e di stellare al tempo stesso».

Ci vediamo su zoom lunedì 12 dicembre dalle ore 19.00 in poi

PARTECITA AL TRADIZIONALE SWAP BOOK NATALIZIO DI #LSOW

Booklovers natalizi,

TORNA LO SWAP BOOK NATALIZIO

Anche quest’anno ho optato per  lo swap book nella versione online perché questo mi permette di includere tutti, visto che la community del GDL è andata oltre i confini milanesi, ormai!

COME FUNZIONA LO SWAP BOOK NATALIZIO?

Come al solito, o quanto meno con lo stesso spirito, ovvero con la voglia di condividere e regalare un libro. Uno che ci avanza in biblioteca, uno che vi va di regalare proprio a quella persona, uno che acquisterete su piattaforme indipendenti come Bookdealer, oppure nella libreria sotto casa, o in una major, o su Amazon. Dove volete, basta che non sia rubato 🙂

Per saperne di più e per partecipare, nel caso vi avessi già convinto, vi lascio il link su Eventbrite in cui c’è proprio tutto. E se non ci fosse tutto, scrivetemi

MOLTO IMPORTANTE!

Qualora per qualsiasi ragione non poteste più partecipare dopo esservi iscritti, vi prego di cancellarvi da Eventbrite in modo tale che io possa fare le coppie con persone che parteciperanno con certezza.

Grazie 

Chiara